MARIA TERESA LIUZZO | Una poesia di brezza e fuoco

IMG_9070

*

Se tu sei poesia,

o mio segreto amante,

giungimi

in brezza o in fuoco

e mai in bonaccia:

tra estasi e tormento

sia l’amore,

e tra attesa ed arrivo

sia l’abbraccio.

Quale più dolce amplesso,

che nella speranza

non più sperata

amore mio?

*

IMG_9071.JPG

Maria Teresa Liuzzo compie l’opera utilizzando se stessa come Prima Materia, recuperando le scorie del passato remoto – ma non dimenticato. Scrive Mauro Decastelli nella prefazione alla silloge “Miosotide” (A.G.A.R, con nota critica di Giorgio Bàrberi Squarotti): “M.T.L. (…) rileva con la poesia una condizione che recupera toto genere un pensiero poetico integrale: cioè fuori dall’impasse del moderno e della debolezza del suo pensiero, un’attitudine mentale che non separa – come invece la scrittura trasparente e pura del poeta apollineo – la pietra di valore dalle sue polveri, il vero dal falso, dall’apparenza, la cristallinità della mente dalla follia del corpo.”

Bibliografia (parziale):

Autopsia d’immagine, Reggio Calabria, A.g.a.r. Editrice, 2002.
L’acqua è battito lento, Lineacultura, 2001.
Eutanasia d’utopia, Jason Editrice, Reggio Calabria, 1997.
Umanità, Jason Editrice Reggio Calabria, 1996.
Apeiron, Jason Editrice, Reggio Calabria, 1995.
Psiche, Poeti del secondo ‘900 italiano, Jason Editrice, Reggio Calabria, 1993.
Radici, poesie dell’anima, Reggio Calabria, A.g.a.r. Editrice, 1992.

In questo sito: 

https://poesieaeree.wordpress.com/2019/06/20/maria-tersa-liuzzo-il-trauma-e-la-cura-la-parola-che-rivela/

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...